Spalla

Lussazione acromion-claveare (AC)

L'articolazione acromio-claveare (AC) è situata all'apice della spalla dove la porzione della scapola definita acromion si articola con la clavicola.Questa giuntura non è mobile come le altre articolazioni della spalla e si muove soltanto quando si porta il braccio sopra la testa o lo si adduce verso l'arto opposto.

L'articolazione acromio-claveare presenta una struttura cartilaginea definita menisco con lo scopo di ammortizzare e permettere il movimento.La stabilizzazione è fornita dai legamenti coraco-claveari.

L'articolazione acromio-claveare si lesiona generalmente in seguito a cadute su questo preciso punto: la scapola viene spinta verso il basso mentre la clavicola tende a rimanere in posizione.

La perdita di contatto tra i 2 capi ossei è definita lussazione e ne esistono 6 diversi gradi di gravità.

Le possibili cause

Traumatismi violenti. I soggetti maggiormente colpiti sono giovani sportivi di sesso maschile che praticano attività sportive come rugby, hockey, ciclismo e motociclismo.

 

Sintomi e diagnosi

Dolore violento, parziale o totale incapacità funzionale dell'arto, "caduta" anatomica della spalla.

La diagnosi viene posta a seguito di visita specialistica che si avvale anche di esami strumentali quali:

Radiografia convenzionale – vantaggi: esame non invasivo, semplice e poco costoso generalmente riservato ai pazienti con età maggiore di 35 anni nei quali può evidenziare alterazioni delle strutture osse e anomalie tendinee; svantaggi: non dà informazioni sullo stato dei muscoli, poco accurata e poco precisa.
Ecografia – vantaggi: esame non invasivo, non utilizza radiazioni nocive, può essere fatta immediatamente, è precisa (se effettuata da un radiologo specializzato in ecografia muscoloscheletrica o da un chirurgo della spalla), dinamica e poco costosa – svantaggi: operatore dipendente, non da informazioni sullo stato dei muscoli ed in alcuni casi non è sufficiente per porre l'indicazione chirurgica.
Artro RMN (Risonanza Magnetica) – vantaggi: operatore indipendente, può fornire informazioni sulla qualità dei muscoli e altre strutture sottostanti della spalla, oltre che sulla cuffia dei rotatori; svantaggi più costosa e meno accessibile (tempi di attesa più lunghi), necessaria buona risonanza (campo magnetico 1,5 Tesla con sequenze STIR e fat-sat) per avere una sufficiente accuratezza.

Trattamento conservativo

Riservato a lussazioni di grado 1 e 2. Lesioni di grado 3 possono essere trattate conservativamente valutando fattori quali: occupazione, mano dominante, tipo di lavoro o sport, rischio di re-infortunio, ecc. La terapia conservativa prevede riposo, farmaci anti-infiammatori e anti-dolorifici e fisioterapia adeguata.

 

Trattamento chirurgico

Riservato a lussazioni di grado 4,5 e 6.

La tecnica da noi utilizzata per la ricotruzione di questa articolazione utilizza legamenti artificiali molto resistenti (LARS)  che vengono fissati per avvicinare clavicola e una porzione della scapola definita coracoide, stabilizzando in questo modo l'articolazione acromio-claveare (Fig. 1).

L'intervento chirurgico sarà seguito da uno specifico protocollo di fisioterapia riabilitativa.

Bibliografia

Stampa Stampa | Mappa del sito
©SportsDoc.it 2014