Piede e Caviglia

Tendinopatia Achillea

L’infiammazione del tendine d’Achille, il più grande tendine nel corpo umano, è una condizione comune che provoca dolore a livello della regione posteriore della gamba vicino al tallone. 
Il tendine d’Achille collegando i muscoli del polpaccio al calcagno,viene utilizzato per camminare,saltare o correre.

L’infiammazione del tendine d’Achille è un evento frequente in seguito a sovraccarico funzionale o da microtraumi ripetuti spesso favoriti da terreni duri,calzature non idonee o inappropriato riscaldamento prima dell’attività fisica. 
La tendinite dell’Achille se non tempestivamente trattata o se trascurata può portare alla rottura del tendine stesso. 

Le possibili cause
Esistono 2 differenti tipi di tendinite dell’Achille
-La tendinite non inserzionale dell’Achille che si verifica quando le fibre della porzione centrale del tendine iniziano a sfibrarsi in seguito a piccoli traumatismi. Questa tipologia colpisce più frequentemente i giovani atleti e le persone attive. 
-La tendinite inserzionale dell’Achille invece coinvolge la parte distale del tendine, a livello dell’inserzione sul calcagno.

In entrambi i tipi di tendinite, le fibre tendinee danneggiate possono calcificare (a causa della deposizione di cristalli di calcio) o predisporre alla formazione di speroni ossei (formazione di osso). La tendinite inserzionale colpisce soprattutto soggetti non particolarmente attivi. 

Sintomi e diagnosi
Inizialmente i sintomi peggiorano a riposo (i primi passi al risveglio sono particolarmente fastidiosi) e migliorano con l’utilizzo. 
Con il passare del tempo il dolore non scompare più con l’attività, limitandola fino a renderla impossibile.L’errata sollecitazione della porzione distale del tendine può peggiorare nel tempo il quadro clinico portando alla formazione di una borsite.

La diagnosi della tendinopatia achillea si basa sul quadro clinico caratterizzato da dolore e gonfiore;l’ecografia chiarirà sede, grado ed estensione della lesione. 

Trattamento conservativo

Il trattamento di una tendinopatia è molto delicato e le possibilità di successo dipendono dalla gravità e dal tempo di insorgenza della sintomatologia. 

Sarà quindi fondamentale impostare quanto prima possibile il trattamento riabilitativo basato in gran parte sul rinforzo eccentrico del polpaccio. 

Trattamento chirurgico

Trattamenti chirurgici mini-invasivi prevedono la tenolisi e le scarificazioni, che sono volte alla liberazione del tendine dalle aderenze, ed all’eliminazione della porzione di tendine degenerato, riparando eventuali lacerazioni parziali.

Stampa Stampa | Mappa del sito
©SportsDoc.it 2014