Piede e Caviglia

Fascite Plantare

Per fascite plantare si intende una patologia infiammatoria che colpisce la “fascia plantare”,struttura di tessuto connettivo fibroso che origina dalla tuberosità calcaneare e si inserisce sulle teste metatarsali.

Spesso in associazione alla fascite plantare si può riscontrare la presenza di una calcificazione a livello dell’inserzione della fascia sul calcagno che prende il nome di sperone calcaneare.

Durante la fase di appoggio nel passo e nella corsa la fascia plantare subisce forti sollecitazioni soprattutto in corrispondenza del punto di inserzione calcaneare. Con il passare del tempo,a questo livello si può formare una calcificazione allungata che radiologicamente produce il tipico sperone calcaneare. La presenza dello sperone non è però una costante, infatti in alcuni casi gli speroni possono essere non dolorosi (riscontrati per caso in una radiografia del piede eseguita per altri motivi) come ci possono essere fasciti plantari molto dolorose ma che radiologicamente non mettono in evidenza speroni.

Le possibili cause

La fascite plantare è una patologia molto frequente tra gli sportivi che praticano basket, tennis,calcio e ballo.

Può presentarsi anche tra gli anziani che per motivi deambulatori sono passati da scarpe rialzate a scarpe basse , tra chi per lavoro è costretto ad usare scarpe anti-infortunistica, nei pazienti in sovrappeso o in quelli che hanno alterazioni anatomiche dell'arco plantare (piede piatto o piede cavo). 

Sintomi e diagnosi

La sintomatologia della fascite plantare è caratterizzata da dolore acuto al mattino e durante i  movimenti a freddo che tende a migliorare dopo i primi passi e a riacutizzarsi durante l’arco della giornata.Spesso i muscoli del polpaccio presentano un deficit estensibilità e di forza associati ad edema circoscritto alla pianta del piede.

Per la diagnosi sarà utile eseguire una radiografia ed eventualmente un’ecografia.

Trattamento

La terapia immediata prevede assoluto riposo e l'eliminazione di tutti i fattori predisponenti come utilizzo di calzature non idonee.Si potrà rendere necessario l’uso di plantari al fine di correggere ,quando presenti,anomalie a carico dell'arco plantare.Negli ultimi anni la terapia ad onde d'urto si sta rivelando sempre più efficace nel risolvere il quadro infiammatorio.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
©SportsDoc.it 2014